Inaugurazione del nuovo Murales

 

Metti l’entrata di una scuola dell’infanzia un po’ ingrigita dal tempo, metti il desiderio di renderla viva e allegra delle insegnanti, metti 41 bambini di 5 anni armati di colori acrilici e fantasia, metti la collaborazione e il pieno appoggio dell’Amministrazione Comunale e della Dirigenza dell’Istituto Comprensivo…
Ecco nascere, dalle ceneri di muretti in cemento armato, un meraviglioso prato fiorito dipinto interamente a mano libera dai bambini utilizzando la tecnica ispirata all’artista Hervé Tullet.
Da cerchi concentrici e segni grafici bizzarri nascono fiori variopinti che accolgono tra loro una simpatica ranocchia con “occhi obló” e tanti insetti giocherelloni.
È l’arte che ci piace: quella spontanea, viva, imprecisa che solo i bambini sanno esprimere, a modo loro, sporcandosi le mani e a volte anche i vestiti, ma che sarà mai!
“ Non raccogli ciò che semini, ma ciò che curi” è la scritta che, come un soffio di vento tra gli steli, accompagna gli occhi a scoprire la meraviglia… ed è il significato profondo del nostro agire quotidiano, della nostra dedizione ai bimbi che ci sono affidati per un tratto di vita, forse il più importante.
Per citare il maestro Franco Battiato, proprio oggi scomparso, noi insegnanti dedichiamo anche queste parole ad ogni bimbo: “… perché sei un essere speciale ed io avrò cura di te”.

Le insegnanti della scuola dell’infanzia Pio X di Scandolara